immagine immagine immagine
Piazza Papa Giovanni XXIII
CENTRALINO 0934 511200 FAX 0934 571588
per inviare e-mail al protocollo utilizzare:
segreteria@pec.comune.san-cataldo.cl.it
(SI ACCETTANO SOLO PEC)

facebook

03/10/2012

" Cinema Marconi" 

Interrogazione  a firma dei Consiglieri Comunali Giuseppe Scarlata  e Vincenzo  Naro in ordine al seguente oggetto " Cinema Marconi".


Premesso:
Che da più di sei mesi il Cine-teatro Marconi è stato affidato tramite bando pubblico ad un'associazione sancataldese.
Considerato:
Che  condizione  necessaria  contrattuale  prevedeva  che  all'interno  della  struttura venissero  effettuate proiezioni cinematografiche per un numero stabilito di giorni annui. Che ad oggi questa condizione non è stata rispettata.
A tal proposito:
Si chiede se l'amministrazione comunale è a conoscenza dell'inadempimento e se ha intenzione di intervenire riguardo e in che modalità.
 

Risponde all’interrogazione  l’Assessore allo spettacolo  Giuseppe Anzalone

In riferimento all'interrogazione consiliare di cui all'oggetto, si rappresenta quanto segue:
l'Associazione Turistica "Pro Loco" di San Cataldo, risulta essere aggiudicatane, per un importo complessivo annuo di € 8.000,00 , al netto dell'IVA, del servizio per la gestione del Cine Teatro "Marconi" del nostro Comune, assieme ad altri soggetti, in Associazione Temporanea d'Impresa (ATI), quali:
• Associazione Culturale Teatro Stabile Nisseno;
• Cooperativa a r.l. Art & Spettacolo
• Martorana Giangiacomo
• Ditta Individuale Arnone Luigi
• Ditta Individuale Amico Ettore
La Ditta aggiudicataria s'impegnava a garantire: Programmazione Teatrale, Spettacoli di Intrattenimento, Proiezione Cinematografica con un minimo di 100 proiezioni annue, Spettacoli ed Iniziative per le Scuole di ogni ordine e grado, Servizio Bar, Agevolazioni per i Giovani e gli Anziani.
Visti gli atti, nonché la relazione degli Uffici competenti, a tutt'oggi, non risulta essere stato stipulato il contratto tra il Comune e TATI, stante che, l'Associazione aggiudicataria, ancora non ha prodotto la documentazione necessaria per la definizione del contratto stesso e, cioè, n. 2 polizze fideiussorie, di cui la prima prevede la copertura della Responsabilità Civile per danni a cose e persone, mentre la seconda prevede la copertura dei danni causati per incendio, furto e rapina; polizze, quindi, a garanzia di eventuali danni che potrebbero essere causati alla Struttura nel periodo del suo utilizzo, ma, principalmente, a garanzia dell'osservanza delle _stesse clausole contrattuali.
 La Struttura veniva consegnata all’ATI anticipatamente  in  data 30.12.11, e ne
veniva stilato apposito verbale con l’Associazione capofila, “che in pari data ne assume la totale disponibilità”. In tale verbale veniva sottoscritto dalle parti “che la struttura di che trattasi si trova in condizioni ottimali ed in ogni caso che lo stato attuale è tale da non impedire l’avvio delle attività programmate dall’associazione aggiudicataria”.
Ma già in data 25.11.12 l’Amministrazione Comunale del tempo e, sempre nelle more della stipula del contratto, con nota prot. n. 24245, manifestava l’intendimento di procedere alla consegna anticipata dell’immobile.
Le polizze fideiussorie venivano richieste dagli Uffici competenti la prima volta in data 01.12.11 prot. n.24744, successivamente il 31.01.12 prot. n. 2012 e, ancora, ultimamente il 04.06.12, prot. n.12908.
In data 08.02.12 la Ditta Individuale Amico Ettore, facente parte dell’Ali, in quanto specializzata nelle proiezioni cinematografiche, trasmetteva una nota (prot. n. 2759) in cui comunicava la propria indisponibilità a proseguire la collaborazione nell’Ali.
A seguito di tale comunicazione, in data 12.03.12, prot. n. 5098, gli Uffici Comunali, richiedevano all’ATI come sarebbero stati assicurati tali servizi cinematografici.
L’ATI, nelle more, produceva tutta una serie di documentazione, tuttora al vaglio degli Uffici preposti, per verificare se insistono ancora le condizioni giuridiche per la stipula del Contratto stesso.
Né l’Amministrazione Comunale può intervenire, richiamando TATI ad assolvere gli obblighi contrattuali, fintantoché l’immobile risulta essere consegnato soltanto sotto riserva di legge e non venga stipulato il contratto di concessione.
L’intendimento dell’Amministrazione attiva è di eliminare immediatamente le cause ostative tali inadempienze da parte della ditta aggiudicataria, stante il tempo ormai abbondantemente trascorso dalPavvenuta consegna (quasi 7 mesi), stante i disagi causati all’utenza, nonché le ultratrentennali aspettative di elevato valore culturale, sociale, artistico, politico-istituzionale e di promozione per la riapertura del Cine Teatro Marconi, reclamato dalla nostra Collettività.

Torna Stampa i dati
famigliaPER IL CITTADINO
PER IL TURISTAPER IL TURISTA
scuolaDOCUMENTI
sportSport e Tempo libero
GiovaniGiovani
artistiARTISTI LOCALI
TTRADIZIONI
COOKIE POLICY
Copyright 2008 - Comune di San Cataldo
Tutti i diritti sono riservati - E' vietata la riproduzione anche parziale
Ris. Min. Cons. 1024x768 - Powered by TechMA with OpenVentiquattro Government Solutions
Visitatore n°