immagine immagine immagine
Piazza Papa Giovanni XXIII
CENTRALINO 0934 511200 FAX 0934 571588
e-mail: segreteria@comune.san-cataldo.cl.it
pec: segreteria@pec.comune.san-cataldo.cl.it

facebook

23/02/2018

“L’amore brucia come zolfo” - tutta la cittadinanza è invitata a partecipare - 

                                             
Il  21 febbraio 2018 in una conferenza stampa l’Amministrazione Comunale insieme all’autrice del libro “L’amore brucia come zolfo”, prof.ssa Lucia Collerone,  hanno presentato alla Città l’evento organizzato in occasione della presentazione del suddetto libro, che avrà luogo il 23 febbraio alle ore 18:00 nella sala comunale “P. Borsellino”.
Il libro è ispirato da una storia vera nella Caltanissetta di fine ‘800, al tempo in cui era definita la “capitale dello zolfo”.
L’evento prevede un momento musicale con protagonista il cantante Ivano Cereda, oltre alla ballerina Paola Pecoraro della scuola di danza “Scarpette Rosse” di Caltanissetta; sarà presente anche il “food-blogger” Gerlando Carratello ed al termine i presenti potranno partecipare ad una degustazione.
La storia raccontata nel libro è quella di Cecilia, figlia di un lavoratore morto in miniera, “costretta a scegliere” di non vivere la propria maternità.
Secondo quanto detto dall’autrice il libro sta ispirando varie forme di espressione artistica, tra cui un musical, ma anche immagini e poesie. “E’ una storia di disperazione e miseria – ha dichiarato l’assessore Naro -. E’ la metafora di come spesso le donne vengono lasciate sole nel dover sacrificare la propria maternità e morire in uno stato di alienazione”.
L’assessore La Rosa: “Il ruolo della donna era molto marginale nella società mineraria: entrava in scena al momento della disgrazia”.
L’autrice: “Questo libro è il grido di una storia forte, davvero accaduta. Viene descritto il ruolo della donna costretta a scegliere, che subisce. E’ una storia di abbandono, è la storia della provincia di Caltanissetta”.



                                                  

 “L’amore brucia come zolfo”

 

 

Il  21 febbraio 2018 in una conferenza stampa l’Amministrazione Comunale e l’autrice del libro “L’amore brucia come zolfo”, prof.ssa Lucia Collerone,  hanno presentato alla Città l’evento organizzato in occasione della presentazione del suddetto libro, che avrà luogo il 23 febbraio alle ore 18:00 nella sala comunale “P. Borsellino”.

Il libro è ispirato da una storia vera nella Caltanissetta di fine ‘800, al tempo in cui era definita la “capitale dello zolfo”.

L’evento prevede un momento musicale con protagonista il cantante Ivano Cereda, oltre alla ballerina Paola Pecoraro della scuola di danza “Scarpette Rosse” di Caltanissetta; sarà presente anche il “food-blogger” Gerlando Carratello ed al termine i presenti potranno partecipare ad una degustazione.

La storia raccontata nel libro è quella di Cecilia, figlia di un lavoratore morto in miniera, “costretta a scegliere” di non vivere la propria maternità.

Secondo quanto detto dall’autrice il libro sta ispirando varie forme di espressione artistica, tra cui un musical, ma anche immagini e poesie. “E’ una storia di disperazione e miseria – ha dichiarato l’assessore Naro -. E’ la metafora di come spesso le donne vengono lasciate sole nel dover sacrificare la propria maternità e morire in uno stato di alienazione”.

L’assessore La Rosa: “Il ruolo della donna era molto marginale nella società mineraria: entrava in scena al momento della disgrazia”.

L’autrice: “Questo libro è il grido di una storia forte, davvero accaduta. Viene descritto il ruolo della donna costretta a scegliere, che subisce. E’ una storia di abbandono, è la storia della provincia di Caltanissetta”.

 

Torna Stampa i dati
famigliaPER IL CITTADINO
PER IL TURISTAPER IL TURISTA
scuolaDOCUMENTI
sportSport e Tempo libero
GiovaniGiovani
artistiARTISTI LOCALI
TTRADIZIONI
COOKIE POLICY
Copyright 2008 - Comune di San Cataldo
Tutti i diritti sono riservati - E' vietata la riproduzione anche parziale
Ris. Min. Cons. 1024x768 - Powered by TechMA with OpenVentiquattro Government Solutions
Visitatore n°