immagine immagine immagine
Piazza Papa Giovanni XXIII
CENTRALINO 0934 511200 FAX 0934 571588
e-mail: segreteria@comune.san-cataldo.cl.it
pec: segreteria@pec.comune.san-cataldo.cl.it

facebook

15/09/2017

Parte il progetto “Mani in Pasta” 

Il primo progetto d’inserimento lavorativo per le persone affette da disabilità psichica in provincia di Caltanissetta, promosso dalla Cooperativa Controluce e sostenuto da Fondazione CON IL SUD, è stato presentato questa mattina nei locali del Comune di San Cataldo.

Il 15 settembre alle ore 9,30 presso il Palazzo delle Spighe è stato presentato il progetto “Mani in Pasta”, finalizzato all’inserimento lavorativo delle persone affette da disabilità psichica, promosso dalla Cooperativa Controluce con il partenariato del Comune di San Cataldo e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD.
Dal progetto, che mette al centro il lavoro di rete e la partnership tra pubblico e privato, nascerà un laboratorio artigianale per agevolare l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità psichica, un pastificio nel quale apprendere il mestiere e allo stesso tempo potenziare le capacità di relazione delle persone coinvolte. Il Distretto Socio Sanitario 11, il Modulo Dipartimentale di Salute Mentale dell’ASP di Caltanissetta, il Mo.V.I., Slow Food - Condotta di Enna, Trecentosessantagradi A.P.S saranno i nodi della rete.
Fondamentale in quest’ottica diventa il rapporto con il territorio potenziato da svariate iniziative volte a creare legami con la comunità di riferimento e soprattutto con le famiglie degli utenti coinvolte in tutti gli step progettuali.
Una volta acquisita l’abilità di creare la pasta fresca, dopo un percorso di formazione, sarà possibile lanciare un vero e proprio marchio etico prestando molta attenzione ai valori veicolati promuovendo il consumo critico e di rimando il sostegno sociale ai soggetti svantaggiati.
Il progetto, che sarà realizzato a San Cataldo, è legato con il territorio, nello specifico con i paesi che appartengono al Distretto Socio Sanitario 11: San Cataldo (città capofila), Serradifalco, Montedoro, Milena, Bonpensiere e Marianopoli.
Durante la conferenza erano presenti i responsabili delle varie realtà che compongono il mosaico progettuale per illustrare il progetto.
L’assessore alla Politiche Sociali Salvatore Sberna presente alla conferenza ha dichiarato: “La forza del progetto risiede nel lavoro di rete tra tutti gli attori coinvolti: l’azione sinergica tra pubblico e privato è la garanzia della riuscita del progetto”.

Torna Stampa i dati
famigliaPER IL CITTADINO
PER IL TURISTAPER IL TURISTA
scuolaDOCUMENTI
sportSport e Tempo libero
GiovaniGiovani
artistiARTISTI LOCALI
TTRADIZIONI
COOKIE POLICY
Copyright 2008 - Comune di San Cataldo
Tutti i diritti sono riservati - E' vietata la riproduzione anche parziale
Ris. Min. Cons. 1024x768 - Powered by TechMA with OpenVentiquattro Government Solutions
Visitatore n°